Giambattista Bodoni e gli Spagnoli

Biblioteca Palatina Sala Maria Luigia

mercoledì 16 giugno 2010 - Presentazione

 

Giambattista Bodoni e gli Spagnoli

Mercoledì 16 giugno 2010 alle ore 17.00 sarà presentato il  volume G. B. Bodoni y los españoles,  I Epistolario de Leandro Fernández de Moratín y Giambattista Bodoni, con otras cartas sobre la publicación de «La comedia nueva»

Mercoledì 16 giugno 2010 alle ore 17.00 presso il Salone Maria Luigia della Biblioteca Palatina sarà  presentato il  volume G.B. Bodoni y los españoles, I. Epistolario de Leandro Fernández de Moratín y Giambattista Bodoni, con otras cartas sobre la publicación de «La comedia nueva»

Questo libro costituisce il primo volume della serie Bodoni y los españoles, in cui il professor Pedro Manuel Cátedra, direttore dell'Instituto Biblioteca Hispánica del Centro Internacional de Investigación de la Lengua Española (CiLengua) presso la Fundación San Millán de la Cogolla, e professore dell' Università di Salamanca, analizzerà le relazioni spagnole del tipografo di Parma.

L'opera in cinque volumi, edita dall'Instituto Biblioteca Hispanica del Cilengua, dall'Instituto de Historia del Libro y de la Lectura, dal Museo Bodoniano e della Biblioteca Palatina di Parma, è la prima collaborazione editoriale  fra Italia e Spagna sul tema che vede Giambattista Bodoni come protagonista.

L'evento assume grande importanza nel momento in cui l'attività del celebre tipografo, scientificamente ricostruita attraverso le fonti conservate dal Museo Bodoniano, diventa oggetto di un'intensa campagna di valorizzazione che, con manifestazioni diverse, porterà nel 2013 alla celebrazione del duecentesimo anniversario della morte con la riapertura del Museo Bodoniano completamente rinnovato.

Andrea De Pasquale, Direttore della Biblioteca Palatina e del Museo Bodoniano,  illustrerà l'iniziativa editoriale nel contesto della politica di valorizzazione della figura del grande tipografo.

L'intervento di Maria Luisa López-Vidriero, direttrice della Real Biblioteca di Madrid e co-direttrice dell' Instituto de la Historia del Libro y de la Lectura, "Realtà virtuali: la possibilità attuale del sogno bodoniano", contestualizzerà l'attività bodoniana nella realtà tecnologica moderna.

Infine Pedro-Manuel Cátedra, autore dell'opera, presenterà il primo volume intitolato Epistolario de Leandro Fernández de Moratín y Giambattista Bodoni, con otras cartas sobre la publicación de «La comedia nueva», che studia la relazione tra Bodoni e Leandro Fernández de Moratín, uno degli scrittori spagnoli del XVIII secolo più conosciuti, che visse a Bologna in stretto contatto con gli intellettuali spagnoli, alcuni dei quali frequentavano l'officina tipografica bodoniana.

A Bodoni il Moratin affidò l'edizione di  quella che considerava la sua opera drammatica più importante e polemica La comedia nueva  che è l'unico libro interamente ed esclusivamente in spagnolo del catalogo bodoniano; da qui la scelta di dedicare a questa opera il primo volume di Bodoni y los españoles.

Accompagna il volume l'edizione in facsimile dell'opera La comedia nueva, come illustrazione di un lavoro tanto perfetto quanto rappresentativo di un modo di stampare teatro per la lettura, che fu una preoccupazione anche di Leandro Fernández de Moratín.