Alle origini dell'archeologia del libro. Paciaudi, De Rossi e Pezzana a caccia di incunaboli

Biblioteca Palatina Sala Maria Luigia - Biblioteca Palatina di Parma

mercoledì 24 marzo 2010 - seminario

 

           

Alle origini  dell'archeologia del libro.

Paciaudi, De Rossi e Pezzana a caccia di incunaboli

Mercoledì 24 marzo 2010 alle ore 17.00 avrà inizio il ciclo di seminari dal titolo Chi era costui? Bibliotecari e bibliofili a Parma tra XIX e XX secolo

Mercoledì 24 marzo 2010 alle ore 17.00 presso il Salone Maria Luigia della Biblioteca Palatina si terrà il primo intervento del ciclo di seminari dal titolo Alle origini dell'archeologia del libro. Paciaudi, De Rossi e Pezzana a caccia di incunaboli che sarà tenuto da Andrea De Pasquale, Direttore della Biblioteca Palatina e del Museo Bodoniano di Parma.

La collaborazione con l'Archeoclub di Parma è l'occasione per introdurre concetti di archeologia del libro e archeologia delle raccolte librarie. Attraverso una vera e propria indagine di "scavo" sarà possibile ricostruire la storia della biblioteca a partire dai volumi che sembra siano stati raccolti negli scaffali in un unico momento cronologico, ma che  invece sono  frutto di una lunga sedimentazione  corrispondente  alla storia della biblioteca.

La seconda parte dell'intervento riguarderà l'interesse da parte dei bibliotecari della biblioteca per i libri del primo secolo della stampa.

Si ripercorreranno così gli acquisti di incunaboli del bibliotecario Padre Paolo Maria Paciaudi che, per la loro rarità, li conservò insieme ai manoscritti, e di Angelo Pezzana. Quest'ultimo, bibliotecario di Maria Luigia, oltre a scrivere alcune opere sulla stampa delle origini che rappresentano un precoce esempio di indagine bibliologica, riuscì ad acquisire la raccolta di stampati ebraici dell'Abate Gian Bernardo De Rossi comprendente il Commento al Pentateuco stampato a Reggio Calabria nel 1475, primo incunabolo ebraico con data certa conosciuto e unico esemplare esistente al mondo, oltre ad una straordinaria serie di altri incunaboli che testimoniano lo sviluppo dell'editoria in caratteri ebraici del XV secolo.

Nel corso della conferenza si tratterà pure dell'acquisto, da parte del Pezzana, delle carte Linati (podestà di Parma, poeta e storiografo poliglotta) contenenti una ricca serie di incunaboli parmensi.

Al termine del seminario il pubblico potrà ammirare alcuni preziosi documenti che saranno esposti nelle bacheche.