Poesia italiana fra Sette e Ottocento

Biblioteca Palatina, Sala Maria Luigia

lunedì 21 dicembre 2009 - Giornata di studio

 

                                                                                     

                                                                                                                                                                           

Poesia italiana fra Sette e Ottocento.

Arcadia, Lumi, Rivoluzione

Incontro di studio in occasione della pubblicazione dei volumi:

Pietro Metastasio, Poesie, a cura di Rosa Necchi, Torino, Aragno, 2009

Francesco Algarotti, Poesie, a cura di Anna Maria Salvadè, Torino, Aragno, 2009

Giosuè Carducci, Ça ira. Sonetti, a cura di Stefania Baragetti, Roma, Gangemi, 2009

Lunedì 21 dicembre, a partire dalle ore 16.00 presso il Salone Maria Luigia della Biblioteca Palatina di Parma, si terrà l'incontro di studi dal titolo Poesia italiana fra Sette e Ottocento. Arcadia, Lumi, Rivoluzione organizzato dall'Università degli Studi di Parma, dalla Biblioteca Palatina di Parma e dal Museo Bodoniano.

Attraverso le parole dei professori Gino Ruozzi, Franco Arato e Alberto Brambilla, la presentazione dei tre volumi di recente pubblicazione intende proporsi come più ampio momento di riflessione sulle modalità di edizione di opere di poesia italiana dei secoli XVIII e XIX, sulle questioni filologiche, di interpretazione e di commento ai testi, oltre che sul rilievo storico di autori quali Pietro Metastasio (massimo poeta d'Arcadia, voce autorevole della cultura dell'impero asburgico, ultimo scrittore che l'Italia seppe imporre all'Europa), Francesco Algarotti (poligrafo cosmopolita, divulgatore della scienza di Newton, amico di Voltaire e di Federico II di Prussia), Giosuè Carducci (qui nel suo ruolo di grande poeta della storia).

Aprono la giornata Andrea De Pasquale, Direttore della Biblioteca Palatina e del Museo Bodoniano e Gabriella Ronchi, Direttrice del Dipartimento di Italianistica dell'Università degli Studi di Parma.

Relatori sono: Gino Ruozzi (Università degli Studi, Bologna), Franco Arato (Witwatersrand University, Johannesburg), Alberto Brambilla (Université de Franche-Comté, Besançon), Rosa Necchi (Università degli Studi, Parma), Anna Maria Salvadè (Università degli Studi, Milano), Stefania Baragetti (Università degli Studi, Parma), William Spaggiari (Università degli Studi, Milano) ideatore e coordinatore dei tre lavori di edizione.